DALL’ANALISI DI SCENARIO AL PROGRAMMATIC ADVERTISING: ECCO COSA NON DEVE MAI MANCARE IN UNA STRATEGIA MARKETING!

“Il cliente ha sempre ragione”. Questo vecchio adagio, ripetuto da sempre in tutti i bar e ristoranti del mondo, può essere tranquillamente traslato nel mondo digital. Un mondo in cui i Social Media Manager, accomunati da pragmatismo, leadership e lungimiranza, hanno una qualità non comune: riescono ad intercettare il target più opportuno. Non solo grazie a tool analitici come Insight, Facebook e Twitter Ads, Google Adwords e altri tool simili che sono, in pratica, il loro pane quotidiano. Ma soprattutto con modalità e strumenti che è fondamentale conoscere.

1. Analisi di scenario

  • Prima di tutto è necessaria un’analisi di scenario, prendendo due punti cardine: il mercato di riferimento (e l’ampiezza dello stesso) su cui ci si vuole concentrare. Dal tipo di target che si sceglie, si possono capire le policy aziendali da adottare in fase di definizione del prezzo del prodotto. Se un prodotto è top level occuperà inevitabilmente le posizioni più alte in classifica. Al contrario, se non lo è, avrà una diversa collocazione;
  • I competitor diretti. O meglio: come i competitor agiscono, interagiscono e pianificano le loro strategie con lo stesso target che anche io voglio fidelizzare. Bisogna studiare tutto quello che riguarda i competitor: i movimenti, i punti di forza e debolezza, gli stili, la mission, le campagne di maggior successo e gli epic fail;

2. Target

Passo successivo è la definizione del target, che deve essere a 360°. Innanzitutto bisogna raccogliere i dati demografici (esistono analisi dettagliate, e rilasciate ogni anno, dei più autorevoli istituti di ricerca italiani e stranieri). In secondo luogo è necessario studiare i comportamenti del consumatore online e offline: quali sono i suoi gusti, abitudini, aspirazioni, problemi, ma anche come utilizza i social, cosa posta, quanto posta, quanti like mette, quali influencer e celebrità sceglie di seguire e a quali eventi partecipa più di frequente. In due parole, quella che tutti conosciamo come: consumer journey

3. Aree di intervento tra tradizione e nuove frontiere:

  • Marketing emozionale
    Già ampiamente diffuso, è riemerso negli ultimi anni. Da sempre, infatti, viviamo di emozioni. E mai come oggi i consumatori vogliono vivere un’esperienza che va oltre l’acquisto. Desideriamo diventare parte integrante dei progetti delle marche, amiamo sentirci protagonisti, non possiamo stare senza condividere e raccontare quanto abbiamo vissuto. Questo per quanto riguarda l’empatia del consumatori.
    Ma anche per quanto riguarda il loro rapporto con il brand, i consumatori sviluppano un certo tipo di atteggiamento. Se il brand non interessa il problema non si pone perché viene skippato più in fretta di una adv su YouTube. Se invece il brand incuriosisce e attrae in qualche modo, allora è diverso. E’ come se entrassero in gioco le dinamiche del corteggiamento (a tal proposito guardate il video qui sotto per capire come è cambiato il rapporto tra adv e consumer). Accantonando per un attimo il video e tornando al corteggiamento tra consumatore e brand è come se il consumatore vestisse i panni di una donna che, pur sapendo di amare (o almeno di essere fortemente interessata) al brand (l’uomo), all’inizio lo tiene un po’ sulle spine, gioca a fare tira e molla perché, come ogni donna, vuole sentirsi coccolata, amata, protetta. Allo stesso modo il cliente sposerà il brand solo quando si fiderà totalmente di lui. Ma non finisce qui. Perchè il brand, per guadagnarsi la fiducia incondizionata del cliente, dovrà continuare a prendersene cura.
    Insomma: dagli shopper virtuali alle attività di guerrilla marketing (emblematica quella sul finire dello scorso anno con il Palazzo Radetzy ghiacciato il Largo Foppa a Milano). Tutto deve regalare emozione, coinvolgimento, valore. Altrimenti vale meno di zero.adver
Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s